Biancone Day 2016

 

"...cum vere rubenti, candida venit avis longis invisa colubris..." P.V. Marone Georgiche, Libro IV, 319-320

"....allo sbocciare della primavera, quando arriva il candido rapace nemico dei lunghi serpenti..."

 

Raduno diventato ormai consueto per gli appassionati di birdwatching, che da alcuni anni convergono numerosi nel Parco del Beigua, sulle alture di Arenzano, confidando in una giornata di passaggio consistente di bianconi. Il Biancone è sicuramente la specie che più caratterizza la migrazione dei rapaci diurni sui contrafforti sud orientali del Parco del Beigua e della Z.P.S. Beigua – Turchino: questa zona è segnalata come il principale punto situato sulla linea di passo della specie in Italia, soprattutto in primavera, e uno dei maggiori del bacino mediterraneo.

L’evento, organizzato dal Parco del Beigua in collaborazione con LIPU, EBN Italia e ROL, è ormai diventato di fatto un rendez-vous atteso e partecipato grazie anche allo straordinario (per quegli anni) risultato della prima edizione del 2001, quando furono osservati ben 273 individui (score superato infatti dai 318 bianconi conteggiati del Biancone Day del 2008 non lontano però dai 291 del 2009). Ovviamente le condizioni meteo della giornata, di anno in anno, sono determinanti per le osservazioni, ma, nonostante il rischio, ben presente ma accettato, di vedere poco o nulla, l’iniziativa continua ad avere il suo notevole seguito. 

Provenienti dallo Stretto di Gibilterra e dalla Francia, varie centinaia di individui adulti di Biancone - appartenenti alle popolazioni nidificanti nelle regioni dell’Italia soprattutto centro-meridionale - sono attesi ad Arenzano e in gran parte ripresi a 140 km di distanza sulle Alpi Apuane, l’altro punto importante di migrazione pre- e post-riproduttiva della Penisola.

Anche quest’anno, l'iniziativa prevista per domenica 13 marzo, s'inserisce temporalmente nei consueti monitoraggi delle popolazioni di Biancone in migrazione pre-riproduttiva, attuati dal Parco del Beigua e dalla Regione Liguria lungo il periodo di picco migratorio degli adulti. In un periodo di soli 12 giorni del marzo 2013 sono stati conteggiati quasi 2600 gli individui e più di 1200 sono stati quelli censiti nel settembre dello stesso anno.

L'iniziativa del Biancone Day, nel 2016 giunta al suo sedicesimo anno, è completata da una collaterale gita che prevede la visita al Centro Ornitologico e di Educazione Ambientale. in località Vaccà, sulle colline di Arenzano, la struttura dove i partecipanti possono ricevere ogni altro genere di informazioni su questo carismatico rapace e in generale sull'avifauna locale del Beigua, una delle zone più interessanti della Liguria da questo punto di vista.

E' previsto il servizio navetta gratuito (a cura del Centro Servizi Territoriali, gestito dall'Ente Parco) dalla sede del Parco in Via Marconi 165 fino all'area verde attrezzata in loc. Curlo. E' consigliato l'uso del binocolo e/o di un cannocchiale.

Pranzo al sacco.

Per informazioni e prenotazioni contattare l'Ente Parco (tel. 010.8590300 - 393.9896251– www.parcobeigua.it).

L'arrivo dei Bianconi sarà preceduto da due interessanti incontri curati da Luca Baghino, esperto ornitologo del Parco del Beigua, che spiegherà le dinamiche delle migrazioni:

venerdì 4 marzo ad Arenzano, presso la Sala Peppino Impastato di Villa Mina alle ore 21 "Uccelli migratori ad Arenzano: passato e presente di un patrimonio naturalistico"

venerdì 11 marzo a Genova, presso il Museo Civico di Storia Naturale G. Doria alle ore 16:30 "Aspettando i Bianconi"