Idrocarburi nel Polcevera-la situazione della fauna

 

Ennesimo inquinamento ambientale da idrocarburi a Genova
 
Come sapete è in atto un grave inquinamento del Polcevera per la rottura di un oleodotto in zona Fegino. La conduttura di proprietà Iplom ha versato prima nel rio Fegino e in seguito nel tratto medioterminale del nostro principale torrente diverse tonnellate di idrocarburi,liquido oleoso molto pesante, proveniente da una nave che lo stava scaricando e diretto alla raffineria di Busalla. Non è il primo incidente che inquina le acque del torrente o dei suoi affluenti, negli anni passati almeno altri tre episodi meno gravi hanno portato la Lipu Genova a soccorrere gli animali impetroliati.
I più colpiti sono stati i germani reali e la altre anatre , più o meno selvatiche, che popolano il Polcevera. Noi non abbiamo più il centro di primo soccorso da almeno 14 anni, da quando la Provincia ha passato l'incarico a Enpa, che l'ha onorato per alcuni anni. Attualmente non esiste ancora un centro di recupero  attivo convenzionato con la Regione.
Attiviste della Lav (Lega Antivivisezione di Genova) sono intervenute per recuperare e curare i soggetti più colpiti, anche con la consulenza della Lipu di Genova, tramite il contatto col Delegato Dott Verner, che come veterinario, aveva già curato individui impetroliati per l'allora attivo Centro Lipu. Inoltre  è stato trasmesso l'importante documento elaborato dal Dott Ceccherelli del Cruma di Livorno (consultabile qui) che codifica ancora meglio le procedure di intervento.  
Anche Enpa ha attivato i propri volontari e strutture. Altre persone si sono offerte o hanno contribuito in prima persona al recupero degli uccelli. Grazie all'aiuto di tutti la prima fase emergenziale ha dato buoni frutti, la maggior parte dei soggetti è in buone condizioni, e sta superando la fase più critica. Tuttavia molta fauna minore è stata completamente distrutta, il petrolio è ancora nel Polcevera ed è tuttora un pericolo sia per gli uccelli stanziali che per gli eventuali migratori che dovessero sostare sulle sue rive. Abbiamo avuto molte offerte di volontari che volevano prestare la loro opera. Come detto, noi non abbiamo locali dove ricoverare gli animali in Genova, anche se abbiamo allertato il Centro Lipu Cruma di Livorno. Per questo non siamo intervenuti direttamente ma abbiamo dato supporto alla Lav.
Chi vuole offrire il proprio aiuto, che in questo momento non sembra essere estremamente necessario, può contattare LAV -Daniela Filippi  3472330272 o scrivere a infolipugenova.org. Rimaniamo tutti in allerta, sperando non sia necessario. Ringraziamo i volontari di Lav e coloro che hanno prestato la loro opera come associazione o a titolo personale.
La Lipu e il WWF hanno deciso di costituirsi in giudizio contro i responsabili di questo grave disastro ambientale.
Il Delegato Lipu Genova Aldo Verner
  

 22-04-16

Gallinella d'acqua sporca di petrolio (Foto di Anna Montanari)

Foto di Anna Montanari

Airone cenerino con evidenti macchie di idrocarburi (Foto di Anna Montanari)

Corriere piccolo tra le chiazze di greggio (Foto di Anna Montanari)

Ballerina bianca, non più tanto bianca, accanto al petrolio (Foto di Anna Montanari)

Acque del Polcevera iridescenti per il petrolio (Foto di Anna Montanari)