Monitoraggi 2007

 

PRIMAVERA

Nella primavera del 2007 sono stati attuati dalla LIPU per conto dell’Ente Parco del Beigua due conteggi dei rapaci migratori sulle colline di Arenzano (44° 25' 23" N - 8° 40' 53" E), nel territorio del Parco sovrapposto alla Zona di Protezione Speciale “Beigua-Turchino” per conseguire dati aggiornati sul fenomeno della migrazione di alcune specie dell’All. I della Dir. “Uccelli” che qualificano il sito, verificandone la consistenza quali-quantitativa, con particolare riferimento alle due specie target Biancone Circaetus gallicus e Falco pecchiaiolo Pernis apivorus.
Per il Biancone, la durata del periodo di campionamento individuato nel 2007 (16 giorni dal 10 al 26 marzo compresi) è rimasta inalterata, e centrata sulle date medie di massimo passaggio del Biancone, emerse dai risultati degli anni 1984-1994 e successivi (Baghino 1996; Baghino 2003), durante le quali si erano registrati consistenti picchi giornalieri: tuttavia, nell’ottica di orientare lo sforzo d’indagine verso l’acquisizione di nuovi dati, essa è stata spostata di quattro giorni per intercettare il flusso migratorio del Biancone nella terza decade del mese e misurare la dimensione del flusso più tardivo della popolazione migrante.
Sulla base delle osservazioni degli anni precedenti, si ritiene, infatti, che un conteggio del Biancone centrato alla metà di marzo possa permettere di monitorare buona parte della popolazione adulta in ingresso nell’Italia peninsulare.
Per il Falco pecchiaiolo, la durata del monitoraggio del 2007 (10 giorni dal 9 al 18 maggio compresi) è stata mantenuta inalterata rispetto al 2006, e disposta attorno alle date medie di massimo passaggio del Falco pecchiaiolo.
Sulla base delle osservazioni degli anni precedenti, si ritiene infatti che, per la fenologia particolarmente compressa della migrazione pre-riproduttiva della specie, un conteggio centrato nella seconda decade del mese di maggio, periodo di massimo passaggio, possa restituire un campione sufficientemente rappresentativo delle popolazioni in transito nel sito.
Nel periodo 10-25 marzo sono stati osservati, su 1004 rapaci appartenenti a 7 specie, 918 bianconi con indice di transito pari a 7,58 indd/h. Durante il periodo campione dal 9 al 18 maggio, invece, sono stati conteggiati 2158 individui di 12 specie dei quali 1857 falchi pecchiaioli per un indice orario 23,8 indd/h. Da segnalare, nella giornata del 13 maggio, l’avvistamento di un individuo di Aquila anatraia minore Aquila pomarina (per il sito è la prima segnalazione certa in migrazione pre-riproduttiva) e uno di Aquila di Bonelli Hieraaetus fasciatus (seconda osservazione dal 1988).
 

 

AUTUNNO

Nell’autunno del 2007 è stato ripetuto il censimento della migrazione post-nuziale del Biancone e delle altre specie di rapaci diurni sui monti di Arenzano, in un’area del Parco del Beigua sovrapposta alla Zona di Protezione Speciale IT 1331578 “Beigua-Turchino”. E’ stata così garantita la continuità del monitoraggio, avviato nel 2000, della migrazione di alcune specie dell’All. I della Dir. “Uccelli” che qualificano il sito, con particolare riferimento alla specie target Biancone Circaetus gallicus, mediante l’acquisizione di dati aggiornati.
Per l’ottavo anno consecutivo, infatti, questa verifica periodica è stata eseguita nello stesso periodo campione (15-26 settembre), centrato attorno alle date medie di massimo passaggio di questa specie: esso ha consentito di conteggiare 847 rapaci diurni di cui 695 bianconi (82% di tutto il volume osservato). Complessivamente sono state segnalati 14 taxa, di cui 10 elencati nell’All. I della Direttiva Uccelli, oltre alla Cicogna nera Ciconia nigra.
Il numero di individui censiti nel 2007 è risultato di fatto molto coerente con la dimensione del campione finora ottenuto (mediana2004-2005-2006 = 683 indd.) nel periodo; l’indice di transito orario è pari a 7,27 indd/h.
Da sottolineare il numero, ancora sorprendentemente elevato (38 soggetti e terza specie in ordine di frequenza dopo il Biancone e Falco pecchiaiolo, per il terzo anno consecutivo), di aquile minori Hieraaetus pennatus osservate.
Degno di nota è l’avvistamento di un individuo di Grifone Gyps fulvus osservato il 21 settembre e rivisto la mattina del 22, presumibilmente rimasto in zona per trascorrere la notte.
L’azione s’inserisce tra le attività di monitoraggio afferenti il Centro Ornitologico e di E.A. di Casa Vaccà del Parco del Beigua.
Si ringraziano tutti gli intervenuti a vario titolo ed in particolare Carla Rapetti, Rosangela Pedemonte e Graziano Lovato per la fattiva partecipazione alle osservazioni.